Pagina precedente    Melody Assistant    Pagina seguente 
 

Introduzione
Prodotti
What's new ?
Tutoriale
La notazione musicale
La riproduzione del suono
Dispositivi/procedure
Virtual Singer
Panoramica
Creazione veloce
Canto "shape-note"
Gregoriano
Jazz Scat
Midi e ABC
Regole per scrivere
Fondamenti tecnici
Parametrizzazione
Il codice SAMPA
Domande frequenti
Riassunto dei comandi
Real Singer
Introduzione
Prima voce Real Singer
Aggiustamento dei margini
Fattori di cui tener conto
Messa a punto fonetica
Aspetti tecnici
Bibliografia e ringraziamenti
FAQ
Licenza d'utilizzo
Assistenza Tecnica
Appendice
Manuale stampabile


New feature : Not yet translated:

 

RealSinger

Aggiustamento dei margini di selezione del fonema


Dopo la registrazione di ogni parola, il programma tenta di localizzare un fonema nella parola stessa (quello che è scritto in maiuscolo nella parola dell'esempio) e di eliminare le altre parti della parola.
Talvolta ci riesce, talvolta no. Si può allora lasciare così com'è la selezione fatta dal programma oppure migliorarla. Sovente l'orecchio è miglior giudice dell'analisi matematica e quindi si raccomanda di cercare la zona di selezione nel fonema registrato anche se il risultato sembra corretto.

Qui sotto, l'elenco dei diversi tipi di fonemi che è possibile siano stati registrati e che il programma si aspetta che siano selezionati prima di convalidarli.

Otturazione glottica


Quando si pronunzia una consonante plosiva vocalizzata (G, B, D) , la bocca si chiude completamente per un istante e il suono rimane attutito per un breve momento. Questo momento, però, non è completamente silenzioso: mentre la bocca è chiusa l'aria continua ad uscire dai polmoni e le corde vocali a vibrare. La pressione dell'aria nella bocca chiusa aumenta fino a che le labbra si aprono di nuovo e la consonante viene emessa con molta potenza (è questo il motivo per il quale queste consonanti sono dette "plosive").L'otturazione corrisponde alla parte "a bocca chiusa" che si può osservare nel grafico del suono: un periodo di debole intensità limitato da fonemi più forti.
 

Nota per la lingua tedesca:

In tedesco le consonanti plosive vocalizzate non possono trovarsi in fine di parola; esse sono allora pronunciate come il loro equivalente non vocalizzato (G=>K, B=>P, D=>T).
Ciò nonostante sarà necessario pronunciare veramente una consonante vocalizzata alla fine della parola. Per facilità si immagini che dopo la plosiva ci sia una vocale molto corta. Per esempio: se è richiesto di registrare la sillaba "caB", la si pronunzi "caB(e)" con una "e" finale molto corta.


 

Vocali di transizione (trans)


Abitualmente queste vocali sono usate soltanto in forma corta (mai prolungate).
In questo caso, invece, la parola richiesta dovrà essere pronunciata in modo un po' diverso da quello della "vita reale" e le vocali dovranno essere prolungate ("oui" proninciato /uuuuuuui/ e non /uiiiiiiiii/; "huile" pronunciato /yyyyyyyyil/ e non /yiiiiil/).
Quando si fissano i limiti della selezione si badi di selezionare soltanto questa vocale e non quella che segue.

Vocali "statiche"


Sono chiamate "statiche" perché il loro valore fonetico non varia per tutto il tempo della loro durata (in francese le vocali sono tutte statiche).
È posibile selezionale soltanto una breve parte della vocale. Se ne selezioni una parte il cui timbro udito sembra corretto e enlla quale le variazioni di potenza e di frequenza non siano troppo importanti. Più corta sarà la parte selezionata, più piccolo sarà il documento di voce alla fine.


Nota per la lingua tedesca:
In tedesco le vocali hanno una versione "corta" ed una "lunga"; tuttavia, onde permettere al programma di analizzare abbastanza dati per le vocali "corte" queste vocali dovranno essere prolungate almeno di mezzo secondo anche se non è così che le si pronuncia normalmente in tedesco.


Prima parte del dittongo (diphth) - Solo in inglese -


Un dittongo è una vocale che varia nel tempo durante la pronuncia. Nel nostro caso si dovrà prolungare soltanto la prima parte del dittongo e farla sentire come una vocale statica. Si selezioni una parte della fase statica.

Dittongo completo (full dipht.) - Solo in inglese -


In questo caso si dovrà registrare il dittongo intero pronunciandolo molto rapidamente. Si badi a non lasciar "morire" il volume o la frequenza alla fine del dittongo (si immagini si dover dire un'altra parola dopo il dittongo stesso). Dopo si dovrà selezionare il dittongo intero. Lo si articoli bene, ma non lo si prolunghi troppo: in caso contrario le dimensioni della voce risultante aumenterebbero.


Consonanti continue


Queste consonanti possono essere prolungate (M, N, L, S, F...).
Si imiti l'esempio e, come per le vocali statiche, se ne selezioni una parte nella quale il volume sia più o meno costante.

Consonanti plosive non vocalizzate (T, P, K)


Queste consonanti sono precedute da un breve momento di arresto glottico, una fase di silenzio.
Si esageri la pronuncia della consonante stessa in modo che essa risulti più forte che se la si pronunciasse in modo naturale. Si aggiusti poi la zona di selezione in modo che essa cominci subito dopo l'arresto glottico e finisca dopo che la consonante e il suo rumore di soffio sono terminati.

Consonanti plosive vocalizzate (D,B,G)


Queste consonanti sono precedute da un breve momento di otturazione glottica, una fase di debole potenza. Si esageri la pronuncia della consonante stessa in modo che essa risulti più forte che se la si pronunciasse in modo naturale. Si aggiusti poi la zona di selezione in modo che essa cominci subito dopo l'arresto glottico e finisca dopo che la consonante e il suo rumore di soffio sono terminati.


Inspirazione (hhh)


È il suono prodotto dal cantore quando prende il respiro. Si inspiri rapidamente (meno di un secondo) senza rumore di bocca o di labbra; si apra la bocca prima di incominciare la registrazione e poi si inspiri come per la sorpresa.
Si aggiusti la zona di selezione in modo da includere tutto il suono (con un corto periodo di silenzio dopo il suono stesso).





(c) Myriad