Pagina precedente    Harmony Assistant    Pagina seguente 
 

Introduzione
Prodotti
What's new ?
Tutoriale
La notazione musicale
Introduzione
Solfeggio
Modelli
Modo pagina
Modo spaziatura
Posizionamenti
Selezione discontinua
Le viste
I segnalibri
Legature e collegamenti
Tablatura
Pentagrammi a più voci
Notazione a colori
Notazione gregoriana
Salti e ripetizioni
Chiavi
Le tonalità
La notazione del tempo
Dinamica
Tempo
Parole / Karaoke
Oggetti liberi
Testi speciali
Fonti di caratteri
Insieme di caratteri
La riproduzione del suono
Dispositivi/procedure
Virtual Singer
FAQ
Licenza d'utilizzo
Assistenza Tecnica
Appendice
Manuale stampabile


New feature : Not yet translated:

 

Le viste


Presentazione

Una vista è una rappresentazione diversa di uno stesso documento. Questa rappresentazione è memorizzata nel documento stesso e salvata con lui. Si può cambiare rapidamente di vista, aggiungerne o sopprimerne. Non c'è limite al numero di viste associate al documento.

Per esempio, grazie alle viste è facile creare riduzioni per orchestra invece che una vista generale, rappresentante l'insieme degli interpreti o, magari, una vista per ogni strumento. Naturalmente tutto questo può essere stampato.

Nota : Le viste associate ad un documento abbisognano del modo pagina: esse non sono dunque disponibili che in Harmony Assistant: Se si apre un documento contenente viste con Melody Assistant, sarà accessibile soltanto la vista generale. Un messaggio avviserà l'utente.

Quando si definisce una vista, si scelgono i parametri che saranno specifici della vista stessa e quelli che saranno ereditati dalla vista generale.
Se un parametro è specifico di una vista, esso non cambierà in questa modificandolo nella vista generale o in un'altra.
Se, al contrario, il parametro non è specificato, un suo cambiamento nella vista generale sarà riportato in questa vista e viceversa.

Il nome della vista corrente si affigge nel titolo della finestra dopo il nome del documento. Quando un parametro specifico di una vista è editato, il nome della vista appare nel titolo del riquadro di edizione. Se non appare alcun nome di vista, ciò significa che si sta lavorando sulla vista generale e, di conseguenza, che le modifiche apportate saranno applicate alla vista generale ed a tutte quelle che ereditano il parametro.

I parametri

I simboli musicali quali le note, i segni di espressione, i cambi di chiave, la tonalità, il tempo, ecc. sono comuni a tutte le viste. Per esempio, se si cambia l'altezza di una nota ciò ricadrà su tutte le viste.

Una vista è definita anzitutto dal suo nome, dai pentagrammi che contiene e dalle sue proprietà.

Pentagrammi: Ogni pentagramma del documento può apparire o no in una vista. Ciò è la base della definizione di una vista. Una vista può contenere quanti pentagrammi si desidera. Uno stesso pentagramma può apparire una volta soltanto.

Affissione dei tempi : I tempi presenti nella partitura appariranno come richiamo sul primo pentagramma di questa vista.

Affissione dei segni di espressione globali : I segni di espressione globali (che si applicano a tutti i pentagrammi della partitura) si affiggeranno come richiamo sul primo pentagramma di questa vista.

Affissione dei testi globali : I testi associati ai pentagrammi si affiggeranno come richiamo sul primo pentagramma di questa vista.

Titolo, compositore, annotazioni : Una vista può specificare la propria intestazione (Menu documento>Titolo, compositore, annotazioni). Ciò è particolarmente utile se le opzioni di stampa attivano l'affissione di tutto questo all'inizio del documento.

Impaginazione : In modo pagina si vede a schermo l'anteprima esatto di ciò che sarà stampato. Una vista può definire la propria impaginazione (Menu documento>Opzioni di stampa). Per esempio: la scala di stampa, la dicitura dei gruppi, i margini, intestazioni e piè di pagina, ecc. possono variare da una vista all'altra.

Modo spaziatura : Ogni vista può avere la propria definizione del modo spaziatura (Menu Partitura>Configurazione modo spaziatura). In questo caso le regole di spaziatura delle note cambieranno a seconda della vista.

Configurazione grafica della partitura : Ogni vista può definire il proprio aspetto grafico generale (Menu Partitura>Configurazione affissione): spessore delle linee, spaziatura delle alterazioni, aspetto delle legature, ecc.

Posizioni minute : Ogni vista può definire le proprie posizioni minute: spaziatura dei pentagrammi, posizione dei nomi di gruppo, ecc.

Configurazione grafica dei pentagrammi : Ogni vista può definire i parametri di affissione dei pentagrammi (Menu pentagrammi>Aspetto grafico): dimensione dei simboli, colori per difetto, ecc. Naturalmente tutto questo si applica soltanto ai pentagrammi presenti nella vista.

Partitura trasposta : Ogni vista può definire se la partitura deve essere affitta trasposta o no (Menu Opzioni>Affissione partitura trasposta).

Simboli di gruppo : Ogni vista può definire aspetto e posizione propri per le parentesi graffe e quadre che servono a definire i gruppi.


Il menu "Viste"

Il menu delle viste consente di editare (e quindi di creare) delle viste, di navigare fra loro o di accedere direttamente a una vista data.

Creare ed editare viste

Il riquadro di crezione ed edizione delle viste è accessibile tramite il menu "Viste>Editare". Si divide in tre parti: la lista dei pentagrammi nel documento, la lista delle viste nel documento, la lista dei pentagrammi in ognuna delle viste.

Lista dei pentagrammi nel documento

Il nome dei pentagrammi è affisso nell'ordine della loro presenza nel documento. Dato che uno stesso pentagramma può essere presente in una lista una volta sola, quando sono già nella lista i pentagrammi si affiggono in grigio.

Per aggiungere un pentagramma alla vista corrente si selezioni il pentagramma e si clicchi sul bottone "Aggiungere alla vista" oppure si faccia un doppio clic sul pentagramma stesso. Per aggiungere più pentagrammi simultaneamente è anche possibile selezionare i pentagrammi desiderati con Maiuscole+Clic.

Il bottone Creare viste a pentagrammi cancella la lista delle viste e crea una vista a pentagrammi singoli.
Il bottone Creare viste ad accollature cancella la lista delle viste e crea una vista ad accollature.

Lista delle viste nel documento

Quando si aggiunge una vista al documento, la stessa appare in questa lista. L'ordine delle viste può essere cambiato: si clicchi sul nome di una vista, si lasci appoggiato e si sposti l'elemento.

Alcuni bottoni propongono azioni da applicare alla lista delle viste: creare una nuova vista, cambiarne i parametri, duplicare la vista selezionata, eliminare la vista selezionata, eliminare tutte le viste, regolare i parametri di stampa della vista selezionata.

Per copiare i parametri o le opzioni di stampa su tutte le viste si clicchi col bottone destro su una vista e si scelga l'azione da applicare nel menu contestuale.

È possibile selezionare più viste con Maiuscole+Clic e applicare in seguito azioni a tutte queste viste con un clic destro su una vista della lista.

Lista dei pentagrammi nella vista

È la lista dei pentagrammi presenti nella vista selezionata. Un bottone consente di eliminare dalla vista il pentagramma selezionato. Ciò non influisce sulla presenza del pentagramma stesso nel documento.

I testi nelle viste

Per difetto, i testi associati a pentagrammi si affiggono in tutte le viste che contengono quei pentagrammi.

Se il pentagramma contenente il testo non è presente nella vista mentre nella vista è stabilito che i testi globali sono affissi , il testo è riportato sul primo pentagramma seguente visibile di questa vista.

Quando si edita un testo, un menu a discesa permette di associare il testo ad una vista determinata oppure a tutte le viste con esclusione di quella generale.


Gli oggetti liberi nelle viste

Quando si edita un oggetto libero, un menu a discesa permette di associare l'oggetto libero stesso a una vista data con esclusione di quella generale.


Esecuzione della musica

Nella tavolozza dell'esecuzione della musica si può scegliere fra l'eseguire la vista (e quindi soltanto i pentagrammi in essa contenuti) o tutti i pentagrammi.

Stampa

Quando si dà l'ordine di stampa, questo riguarda la vista corrente.
Se si desidera stampare tutte le viste, si scelga "Documento>Stampa>Tutte le viste".
Si tenga presente che l'ordine delle viste (e quindi l'ordine di stampa) può essere cambiato nel riquadro di creazione e di edizione delle viste.

Astuzie


Per navigare rapidamente fra le viste è accessibile una tavolozza tramite "Scripts>Notazione>Partitura>Scegliere vista".





(c) Myriad