Pagina precedente    Harmony Assistant    Pagina seguente 
 

Introduzione
Prodotti
What's new ?
Tutoriale
La notazione musicale
La riproduzione del suono
Introduzione
Regole
Pentagrammi multi-strumento
Percussioni
Aspetti evoluti
Effetti/Espressioni
Aggiustamento microtonale
Intonazioni alternative
Processore effetti
Curve di parametro
Strumenti definiti dall'utente
Tracce Audio Digitali
Jukebox
Karaoke
Diteggiatura per strumenti 'fretted'
Dispositivi/procedure
Virtual Singer
FAQ
Licenza d'utilizzo
Assistenza Tecnica
Appendice
Manuale stampabile


New feature : Not yet translated:

 

Regole di pentagramma

Pentagrammi multi-strumento

Principi

I pentagrammi standard sono associati ciascuno ad un solo strumento. Quindi, tutte le note di un determinato pentagramma sono suonate con lo stesso strumento.

Dalle versioni 6.0 di Harmony e 4.0 di Melody è possibile associare più strumenti ad un singolo pentagramma.

Potete decidere, ad esempio, che su un pentagramma che utilizza il violino come strumento, alcune note siano suonate con il violoncello.

Ogni pentagramma regolare (Chiave di Sol, di Fa o di Do) può essere associato a più strumenti, ma il vantaggio maggiore è che in questo modo è possibile creare pentagrammi delle percussioni standard.

Per differenziare le note suonate da strumenti diversi, viene creato un collegamento tra la visualizzazione grafica della nota e lo strumento. Questo collegamento, completamente configurabile, è chiamato regola.

Da notare: Se avete già usato precedenti versioni di Melody o Harmony, queste nuove caratteristiche non debbono comunque preoccuparvi. Tutto quello avete già appreso circa le normali funzioni di pentagrammi e strumenti rimangono valide. I precedenti "pentagrammi delle percussioni" d'ora in avanti, per evitare confusione, saranno chiamati "pentagrammi con griglia di percussioni".

Cos'è una regola?

Un illimitato numero di regole può essere associato ad ogni pentagramma; le regole definiranno quale strumento verrà utilizzato per suonare le note.

Una regola è definita da:

Il suo nome: si raccomanda di utilizzare nomi chiari per ogni regola, ad esempio il nome dello strumento associato.
Il criterio da seguire per raggiungere il suo scopo.
lo strumento usato per suonare le note.
Opzioni speciali.
    Il criterio da seguire in una regola può essere:
La forma della testa della nota
L'altezza della nota
Il colore della nota
La velocità della nota
Da notare: Se diversi criteri sono definiti in una stessa regola, una nota seguirà questa regola solo se tutti i criteri sono congruenti.
Se una nota è soggetta a più regole, verrà applicata la prima regola.
Sarebbe comunque meglio non definire regole ambigue (in casi particolari è meglio aggiungere un altro criterio).

Nell'esempio qui sopra, abbiamo definito che le note con la testa a forma di diamante siano suonate con lo strumento Piano mentre quelle con la testa a forma di quadratino con lo strumento Clavecin (harpsichord).
Sotto la prima nota che segue una determinata regola viene scritta automaticamente un didascalia che ne indica il nome.

I parametri di una regola possono essere salvati in files separati e ricaricati all'occorrenza. L'estensione di questi files è .Lex. Potete quindi definire le regole che utilizzate più spesso ed applicarle di volta in volta ai vostri pentagrammi.

Come si modificano le regole associate ad un pentagramma?

Selezionate "Cambia regole..." nel menu Pentagrammi oppure nel menu pop-up del pentagramma. Si aprirà la finestra per la definizione dei parametri della regola (Ricordate che state modificando le regole relative al solo pentagramma selezionato. In un documento potete inserire quanti pentagrammi con regole volete).

Nella parte superiore della finestra, viene visualizzato l'elenco delle regole applicate al pentagramma. Selezionatene una per modificarla.
 

Suggerimento: Potete variare l'ordine degli elementi della lista (e quindi la loro priorità) con un Command-click (Macintosh) o un click del tasto destro del mouse (PC) e trascinando poi l'elemento da spostare.


Il simbolo circolare alla sinistra del nome della regola indica che essa non è usata da nessuna nota del pentagramma. Se modificate il criterio di una regola, ogni nota che rientra nel nuovo criterio sarà automaticamente adattata ad esso quando la finestra di modifica delle regole verrà chiusa.

Più sotto i pulsanti Cancella ed Aggiunge cancellano o inseriscono una regola nella lista delle regole.
Il pulsante Ripulisci invece, elimina le regole inutilizzate.

Infine, nella zona inferiore della finestra si trovano i parametri che definiscono la regola: il suo nome, il criterio, lo strumento associato ed altri parametri speciali.

  • Il nome della regola serve per differenziarla da un'altra ed è il nome che verrà visualizzato come didascalia nel pentagramma. Questa didascalia può essere visualizzata solo una volta per pentagramma, ad ogni interruzione di linea o su ogni nota e sarà posizionata, se possibile, sopra al rigo, altrimenti al di sotto di esso..


  • Il criterio può riguardare la forma della testa della nota, l'altezza, il colore o la velocità.La forma della testa è il criterio più semplice da usare, qualunque sia lo strumento collegato al vostro pentagramma (percussivo o no). Se non volete che la vostra regola sia condizionata dalla forma della nota, selezionate il check-box "Tutte le forme".

    Altezza: Se non volete che la vostra regola sia condizionata dall'altezza, selezionate "Tutte le altezze".
    Questo criterio può essere usato per realizzare pentagrammi delle percussioni standard o brani con accordature alternative. Altri esempi sono presenti nel capitolo Regole di pentagramma: aspetti evoluti

    l colore può essere utilizzato con qualsiasi strumento. Se non volete che la vostra regola sia condizionata dal colore della nota, selezionate "Tutti i colori".  Per evitare confusione nel pentagramma, nella definizione della regola sono disponibili solo un numero limitato di colori.

    Velocità: Se non volete che la vostra regola sia condizionata dalla velocità della nota, selezionate "Tutte le velocità"
    Alcuni esempi per questo criterio sono mostrati nel capitolo Regole di pentagramma: aspetti evoluti

  • Lo strumento può essere uno qualsiasi tra quelli utilizzati nella vostra partitura.


  • I parametri speciali vi permettono di modificare il modo in cui le note sono suonate. Potete, ad esempio, applicare un ritardo, un effetto o un'appoggiatura a tutte le note che seguono questa regola. L'aspetto delle note generate può essere definito anche attraverso l'opzione "Dividi secondo regole" del menu contestuale del pentagramma.
Da notare: Se vengono definite due regole con criteri identici, esse verranno evidenziate in rosso nella lista delle regole per aiutarvi a rintracciarle facilmente.
 
Avviso : Se create delle regole che fanno riferimento al colore delle note, ricordatevi che lo strumento di coloritura permette di colorare le note in funzione della loro altezza.
Ugualmente, il nei pentagrammi di tipo shape-note la forma della testa della nota cambia in funzione dell'altezza.
 
Importante : Se modificate il criterio di una regola già applicata ad un pentagramma, tutte le note che seguono questa regola si adatteranno ai cambiamenti apportati.

Esempi d'uso

In un normale pentagramma associato allo strumento "Piano", aggiungeremo una regola che farà si che tutte le note rosse siano eseguite con lo strumento "Organ".

  • Aprite il menu contestuale del pentagramma 
  • Selezionate  "Cambia regole"
  • Digitate un nome per la regola (ad esempio 'Note d'organo")
  • Selezionate il colore rosso chiaro nel menu a scomparsa (sotto al pulsante "Tutti i colori"). Il pulsante "Tutti i colori" non deve essere attivato.
  • Scegliete un strumento (in basso al centro) per queste note. Se l'Organo non è presente nella lista, createlo con "Nuovo strumento".

  • Non dimenticate di chiamarlo "Organ" e di assegnare il suono corretto (ad esempio Organ - Church Organ 1").
  • Cliccate su OK. Questo è tutto.
Abbiamo così definito una regola da applicare alle note colorate in rosso, per ottenere di eseguirle con un suono d'organo. Poiché tutti gli altri colori non sono stati definiti in nessuna regola, le note verranno suonate con lo strumento associato al pentagramma, il piano.
A questo punto quando vorrete inserire una nota da suonare con l'organo invece del piano, selezionate il colore rosso nella finestra degli strumenti Aspetto delle note (l'ultima icona).
Per tornare ad inserire note per il piano cambiate di nuovo il colore da rosso a nero.
 
Importante: Un processore degli effetti predefinito può essere assegnato ad ogni strumento. Nel caso di pentagrammi con regole, l'intero pentagramma userà il processore degli effetti dello strumento associato (per apportare modifiche cliccare sull'icona a margine del pentagramma).



(c) Myriad 2012