Pagina precedente    Harmony Assistant    Pagina seguente 
 

Introduzione
Prodotti
What's new ?
Tutoriale
La notazione musicale
La riproduzione del suono
Introduzione
Regole
Effetti/Espressioni
Aggiustamento microtonale
Intonazioni alternative
Processore effetti
Curve di parametro
Strumenti definiti dall'utente
Tracce Audio Digitali
Jukebox
Karaoke
Diteggiatura per strumenti 'fretted'
Dispositivi/procedure
Virtual Singer
FAQ
Licenza d'utilizzo
Assistenza Tecnica
Appendice
Manuale stampabile


New feature : Not yet translated:

 

Curve di parametro

Cos'Ú una curva di parametro ?

La curva di parametro rappresenta un modo veloce ed accurato per variare il suono di uno strumento nel corso dell'esecuzione di un brano.
Come descritto nella relativa sezione, la configurazione generale degli effetti digitali, presente nella tavolozza della finestra "Riproduzione", permette di variare il volume generale di un documento, come pure la spinta dei bassi, la riduzione del rumore, ecc...
I valori assegnati si applicano a tutti gli strumenti del documento. Se ad esempio si cambia il volume, questo influisce sull'intero brano.

Si Ú anche visto che Ú possibile inserire in qualunque pentagramma dei processori di effetti digitali per aggiungere effetti specifici : Distorsione, Flanger, Chorus, Riverbero, ecc. Questi sono gli oggetti  del tipo "Processore Effetto".

A partire dalla version 8.0 di Harmony Assistant (e dalla versione 6.0 di Melody Assistant), si possono associare pi¨ curve a ciascun pentagramma. Ciascuna curva definisce il modo in cui un parametro evolve nel tempo. L'elaborazione delle curve ha precedenza rispetto ai processori di effetti, in ogni caso si possono utilizzare entrambi sullo stesso pentagramma.
Il vantaggio della curva rispetto ad un oggetto "processore effetti" Ú la precisione con cui si pu˛ controllare la variazione di un parametro.
Difatti, con la curva si pu˛ scegliere il valore esatto di un parametro per ciascuna posizione temporale della composizione musicale, e si pu˛ anche far variare gradualmente il parametro tra due posizioni temporali.

Di seguito si riportano alcuni esempi di utilizzo :

  • Variare il volume durante l'esecuzione di una nota.
  • Sfumare un brano.
  • Effettuare un bend complesso (variazione di frequenza).
  • Inviare comandi specifici ad un sintetizzatore MIDI.

A parameter curve can operate under two different modes:

  • Discontinuous values: the parameter will take the required value, and keep it until a new value is encountered
  • Continuous valuers: the parameter will take the required value, and evolve continuously to the next value, taking all the values inbetween.

Come accedere alla modifica di una curva ?

Si Ú giÓ descritto in altra sezione che nel modo scorrimento (l'unico modo di visualizzazione disponibile in Melody Assistant) od anche nel modo pagina quando gli agganci di controllo siano abilitati (solo in Harmony Assistant), appaiono sulla sinistra del pentagramma delle piccole icone. La terza icona dall'alto Ú una freccia verde. Cliccando con il mouse su questa icona, si apre un men¨ a scomparsa.
Da esso Ú possibile selezionare la curva da modificare. Mentre si modifica una curva, il pentagramma va in secondo piano (toni grigio) per facilitare la sovrapposizione tra le note ed i valori della curva del parametro.

La prima opzione del men¨ ristabilisce la visualizzazione e la modifica delle note sul pentagramma.
L'opzione successiva abilita la modifica della velocitÓ delle note (potenza). Una linea rossa collega le note. Quanto pi¨ grande Ú il valore della velocitÓ di una nota, tanto pi¨ Ú alto il punto della curva. Cliccando con il mouse sul modo "Modifica" (matita), si pu˛ cambiare graficamente la velocitÓ di ciascuna nota.

DopodichÚ, ma solo con Harmony Assistant, si possono regolare ritardo e tempo pressione di ciascuna nota. Una riga bl¨ mostra il ritardo (rispetto al corpo della nota) e tempo di pressione (lunghezza della linea). Come per la velocitÓ, questi valori possono essere modificati graficamente in modalitÓ "Modifica" (matita).

Una seconda sezione del men¨ consente l'accesso ad altri parametri, quali il volume, la posizione del bilanciamento, la frequenza, il livello del chorus ...
Si possono anche assegnare dei parametri specifici per la gestione dell'uscita MIDI.

I parametri di questa seconda sezione, al contrario di velocitÓ, ritardo e tempo di pressione, non sono relativi alle note, bensý al pentagramma in sÚ. Cancellando o spostando le note, la relativa curva non si modificherÓ. Pertanto Ú consigliabile sistemare le curve di questo tipo solamente dopo aver inserito tutte le note.

Se per un parametro Ú stata definita una curva, il nome della curva viene visualizzato in grassetto nel men¨ a scomparsa.

Quindi, una terza sezione del men¨ permette di configurare i vari parametri di una curva, o di applicare modifiche a curve esistenti.
 

Come modificare una curva ?

Una curva Ú costituita da segmenti (linee colorate) comprese tra punti d'aggancio (minuscoli quadratini). Sulla sinistra del pentagramma, appaiono i valori minimo, massimo ed il nome del parametro. E' possibile configurare il parametro al fine di cambiarne sia i valori minimo e massimo che il colore.

Per aggiungere un punto d'aggancio, cliccare il pentagramma in modalitÓ "Modifica" (matita).
Per spostare un punto d'aggancio, sia in modalitÓ "Modifica" che  "Selezione" (laccio), si pu˛ trascinarlo.
Per spostare una curva, spostare il primo punto d'aggancio con il tasto Shift (freccia in alto) premuto.
Per modificare pi¨ valori simultaneamente, nella modalitÓ "Selezione", includere nella selezione il gruppo dei punti d'aggancio da modificare e poi trascinarne uno.
Per separare una curva in due parti, cliccare un segmento con l'attrezzo per cancellare (fulmine).
Per cancellare un punto d'aggancio, cliccarlo con il medesimo attrezzo per cancellare (fulmine).
Per cancellare completamente o parzialmente una curva, selezionare il pentagramma e quindi scegliere dal men¨ Modifica>Cancella.
Si possono copiare/incollare parti di una curva sullo stesso pentagramma, od anche da un parametro all'altro.
Selezionato un intervallo, vi si pu˛ aggiungere o sottrarre un valore mediante una specifica opzione presente in applica del men¨ a scomparsa.
Si pu˛ riempire un intervallo selezionato (o l'intero pentagramma se nulla Ú stato selezionato) con un'onda triangolare od un'onda quadra mediante le opzioni corrispondenti, sempre in applica del men¨ a scomparsa.

Come vengono applicati i parametri ?

I valori dei parametri che sono visualizzati sotto forma di una curva vengono applicati in tempo reale durante l'esecuzione del brano musicale, 200 volte al secondo. Il valore viene letto dallo spartito in corrispondenza del tempo ed eventualmente interpolato per introdurre una variazione graduale tra due punti di aggancio. Se, per una determinata posizione, non c'Ú alcun segmento (questo pu˛ avvenire, ad esempio, se si interrompe una curva cancellandone un segmento, il parametro non viene applicato.

Alcuni parametri sono caratteristici dell'uscita digitale, altri sono esclusivi del Midi, oppure di entrambe le uscite: digitale e Midi.
La tabella seguente mostra, per ogni curva, quali sono i valori possibili ed il relativo campo di applicabilitÓ.
 
Nome parametro
Descrizione
Estremi intervallo
Uscita digitale Uscita
MIDI
Virtual Singer
Tracce
Digital 
Volume Livello uscita da 0 (quieto) a 100 (alto) Si Si Si Si
Bilanciamento Posizione bilanciamento destra -sinistra da -100 (estrema sinistra) a 100 (estrema destra) Si Si Si Si
Frequenza Variazione altezza (pitch bend) da -2400 (-2 ottave) a 2400 (+2 ottave) Si Si Si No
Potenza
Flanger/chorus
Potenza
Flanger/chorus
da 0 (no effetto) a 100 (effetto massimo) Si Si Si Si
Potenza
Riverbero
Potenza riverbero da 0 (no riverbero) a 100 (riverbero massimo) Si Si Si Si
Risonanza
Risonatore
Risonanza risonatore (filtro)  da 0 a 100 Si No Si Si
Frequenza
Risonatore 
Frequenza di taglio del risonatore da 50 Hz a 4000 Hz Si No Si Si
Potenza
Distorsione
Potenza distorsione da 0 a 100 Si No Si Si
Colore
Distorsione
Colore distorsione (bassi/acuti) da 0 (basso) a 100 (brillante) Si No Si Si
Acuti Equalizzazione : acuti da 0 (regolare) a 100 (acuto) Si No Si Si
Bassi Equalizzazione : bassi da 0 (regolare) a 100 (basso) Si No Si Si
MIDI-specifico da a ad f Comandi MIDI
User-defined 
da 0 a 16383 (14-bit di estensione intervallo MIDI) No Si No No

Se si stabilisce che una curva di parametro sia applicata ad ogni pentagramma del documento, essa verrÓ applicata a tutti i pentagrammi ECCETTO quelli per i quali sia stata giÓ definita una curva specifica per quel parametro.
Ci˛ consente di definire curve globali che vengono rimpiazzate da curve specifiche solo in alcuni intervalli temporali di determinati pentagrammi. Per facilitare la lettura di un documento, si raccomanda (ma non Ú indispensabile) di raggruppare tutte le curve globali nel primo pentagramma del documento.

Curve dei parametri MIDI

Si tratta di parametri esclusivi del proprio dispositivo MIDI, attraverso i quali Ú possibile controllare delle caratteristiche non standard del proprio sintetizzatore.
Si possono definire sino a a 5 curve di parametri MIDI per ciascun pentagramma.

Nota : Siccome si tratta di parametri esclusivi del proprio sintetizzatore, essi possono dar luogo a comportamenti diversi su dispositivi hardware diversi.


Per definire parametri di questo tipo, aprire la finestra di configurazione dei parametri e selezionare il parametro dalla lista. Quindi inserire il testo che definisce il comando da inviare al proprio sintetizzatore. Il manuale fornito con il proprio apparato MIDI dovrebbe trattare tali argomenti specifici.

Il comando inserito va composto in esadecimale (sistema di numerazione in base-16, in cui le cifra sono tra 0..9, A..F). Il valore letto sulla curva rimpiazza i caratteri 'm' ed 'l' nella linea di comando.
'll' rappresenta i bit meno significativi (LSB) del valore, mentre 'mm' rappresenta i bit pi¨ significativi (MSB).
Il numero di canale sostituisce il carattere 'n'.
Tutti gli altri caratteri, come lo spazi o la virgola, sono ignorati e possono essere utilizzati come separatori.

Valore MIDI
Numero di  bit
Scritto come 
0-15
4
l
0-127
7
ll
0-2048
11
mll
0-16383
14
mmll


Prendiamo il seguente esempio :
nel manuale del mio sintetizzatore Roland JV-30, scopro che esiste un comando specifico, parte della sezione NRPN (Non-registered parameter number), per gestire la "internal filer cutoff frequency". I valori di questo comando possono variare nell'intervallo da 0 a 127.

Apro allora la casella di configurazione dal men¨ a scomparsa relativo alle curve, e seleziono la curva del primo parametro MIDI. Inserisco il valore minimo (0) e quello massimo (127). Il valore sarÓ rappresentato nel testo del comando da 'll'.
Inserisco il testo del comando come "Bn 63 01 Bn 62 20 Bn 06 ll" (basandomi su quanto riportato nel manuale del sintetizzatore).
Ora, per inviare comandi al mio sintetizzatore, debbo solamente disegnare la forma della curva. Il carattere 'n' verrÓ sostituito dal numero del canale, ed 'll' dal valore che Ú stato letto sulla curva.

Nota : Il programma non verifica la coerenza della stringa di comando.
Pertanto occorre assicurarsi peronalmente che essa rispetti le specifiche riportate nel manuale del proprio sintetizzatore.



(c) Myriad 2012